News

Cerchiamo di muoverci in modo agile, e tante iniziative le facciamo in fretta e... low cost.
Vogliamo cercare di seguire un metodo molto decentrato (‘federalista’ ?) per evitare trop-
pa burocrazia al centro. E per risparmiare.

 
ATTIVITA :
 

29 dic 2015 - Gabriele Ferron, un fine anno col botto: a Dubai

Gabriele Ferron, vicepresidente delle Città del riso, straordinario esponente del mondo del riso veneto (cui va il merito di aver non solo salvaguardato ma portato a livelli assoluti la produzione del riso Vialone Nano, oltre a dare vita all'incredibile Festa del riso di Isola della Scala: mezzo milione di risotti in un mese!), ha chiuso il 2015 con uno dei suoi colpacci. In realtà Gabriele Ferron, esponente della omonima riseria di Isola della Scala, è veramente un grande ambasciatore del riso tipico italiano nel mondo: la sua attività è sistematicamente rivolta all'estero, con promozioni non di rado sorprendenti.

Quindi questo è solo un esempio, che citiamo volentieri perchè -appunto- dà un'idea degli spazi assolutamente straordinari che ha il riso tipico Made in Italy -E DUNQUE IL RISOTTO !!!- ovunque nel mondo.

In questo video ecco il Riso Carnaroli della riseria Ferron interpretato e cucinato al Globe Soccer Award-Food For Champions a Dubai da due protagonisti speciali: l'inedita coppia formata dallo chef stellato Carlo Cracco e dall'allenatore Fabio Capello, nei panni dell'apprendista.

Gabriele Ferron, tra l'altro, sarà uno dei grandi protagonisti al Master del risotto 2016, giunto quindi alla 6a edizione, che come di consueto si terrà a Eataly di Torino Lingotto.

18 dic 2015 - 6° Master del risotto: gran ritorno a Eataly di Torino

Ed è arrivato il giorno dell'annuncio: il 6° Master del Risotto è ora parte dei programmi ufficiali 2016 di Eataly: 3 appuntamenti a partire dall'11 gennaio, più in preparazione una gran sorpresa finale... ma di questa si parlerà. L'annuncio è direttamente di Eataly (cliccare qui), e di nuovo saranno protagonisti diversi ristoratori.

"In complesso -spiega il presidente delle Città del riso, Gian Mario Ferraris- abbiamo finora portato a Eataly 21 diversi ristoranti tipici vercellesi, e anzi quest'anno anche qualche chef di altre realtà perchè la nostra mission è il mondo del riso. Il pubblico torinse è sempre entusiasta della scoperta: qui in Piemonte il cuore della terra del riso italiano, e quindi del primo originale pèiatto della cucina Made in Italy: il risotto".

TUTTO IL PROGRAMMA DIRETTAMENTE SUL SITO DI EATALY.

8 dic 2015 - Torino, Asti, Cavaglià... la tournée invernale è solo iniziata

Praticamente una tournée invernale: in collaborazione con il Festival Nazionale del risotto, le Città del riso stanno portando il sapore della panissa e dei grandi risotti Vercellesi in molte città e comuni: Torino, Asti, Cavaglià (cui si riferiscono le foto di oggi), mentre è già denso il programma di nuovi appuntamenti anche a gennaio.

A Cavaglià l'occasione di un graditissimo incontro personale: Edoardo Raspelli, che è anche 'la firma' del Festival, ha voluto presenziare ed è stato accolto con una targa di ringraziamento delle Città del riso per il suo impegno di valorizzazione dei sapori e della grande tradizione gastronomica italiana. Nella foto, appunto, la consegna della targa da parte del presidente delle Città del riso, Gian Mario Ferraris.

Gli appuntamenti continueranno, come detto, ma in cantiere potrebbe esserci una sorpresa ulteriore: "E' presto per parlarne -dice Gian Mario Ferraris- ma questo progetto è veramente in crescita. Ogni uscita è un successo, ogni evento ha ritorni importanti per il nostro territorio...".

26 nov 2015 - Mille studenti in risaia? Subito molte adesioni

Mille studenti in risaia: in circa un mese molte centinaia di adesioni. E' questo il nuovo progetto delle Città del riso, realizzato con il contributo della Provincia di Vercelli, per portare, appunto, almeno mille studenti in una visita didattica di giornata in fattorie didattiche del territorio. Un progetto partito con la presentazione alle scuole e che entro dicembre raccoglierà le adesioni: le visite si svolgeranno nella primavera del 2016.

"L'idea è semplice -spiega il presidente delle Città del riso, Gian Mario Ferraris- e l'abbiamo illustrata in una apposita conferenza stamoa (SI VEDA LA NOTIZIA DATATA 8 OTTOBRE, QUI SOTTO). La novità è che in poche settimane abbiamo già raccolto moltissime adesioni: oltre 400 solo dalla Agenzia viaggi che partecipa al progetto con l'intento di portare almeno 500 studenti da fuori provincia".

Il progetto completo è scaricabile in pdf nella SEZIONE DOWNLOAD del sito, cliccando sul documento PDF NUMERO 5.

15 nov 2015 - Panissa batte wurstel... mille a zero :-)

Gran successo della Panissa vercellese al 'Mercato italo-tedesco di Natale' organizzato dal 6 al 22 novembre a Torino, nella prestigiosa piazza Solferino. Le Città del riso sono state presenti nelle casette allestite dalla organizzazione del Festival nazionale del risotto, che ha come testimonial nientemeno che il critico gastronomico Edoardo Raspelli (nella FOTO).

La Panissa ha... fatto saltare il banco, apprezzatissima dal pubblico torinese, e non solo. Il grande risotto vercellese è stato in assoluto il piatto più gettonato dal grande pubblico che ha affollato l'evento nel capoluogo piemontese.
Prossimo appuntamento ad Asti, e poi un calendario fittissimo anche oltre dicembre.

8 ott 2015 - 'Mille bambini' per scoprire la magia della risaia...

Si inititola semplicemente 'Mille bambini', ed è il nuovo progetto di promozione del territorio ideato dalle Città del riso, e realizzato grazie all'aiuto della Provincia di Vercelli che a questo scopo ha ottenuto un finanziamento di 3.000 euro dalla Regione Piemonte. Progetto semplicissimo ma assolutamente nuovo: creare un primo catalogo ben strutturato di visite scolastiche in risaia, proporre in parte a una Agenzia viaggi, e in parte alle scuole del territorio, una serie di incentivi per portare 1.000 bambini in visita didattica nelle terre di risaia.

Il progetto è stato presentato giovedì 8 ottobre in Provincia, dal presidente delle Città del riso, Gian Mario Ferraris, e dal dirigente Gabriele Varalda (il Presidente della Provincia, Carlo Riva Vercellotti non ha potuto intervenire per un impegno di Giunta, ma Ferraris ha tenuto a dare atto che proprio il Presidente ha sostenuto il progetto in prima persona).

Di che si tratta?
Portare 1.000 bambini in Visita Didattica, appunto. Una metà da fuori provincia e regione, grazie alla collaborazione con una importante agenzia di viaggi di Alba. E una metà costituita da scolaresche del territorio, per suggerire alla scuola un'azione didattica proprio sulla propria realtà.

Come verranno usati i fondi regionali?
Anche qui è molto semplice: TUTTI verranno usati per ridurre i costi di visita per le scuole, cioè per i bambini. L'agenzia ha messo a catalogo le proposte vercellesi a un prezzo inferiore (lo 'sconto' è stato cioè girato alle scuole esterne alla provincia), mentre le Città del riso invitano le scuole locali girando loro un contriobuto pari a 2 euro per scolaro in visita.

Tutto il catalogo destinato alle scuole vercellesi è visibile qui, nella sezione DOWNLOAD di questo stesso sito, cliccando qui: www.cittadelriso.it

E le schede delle singole visite sono scaricabili anche dal sito di territorio: www.panissa.it .

12 set 2015 - Campionato: vincono i Rubinet, ma un trionfo per tutti

Nella favolosa cornice del centro storico di Buronzo si è chiusa la edizione 2015 del Campionato mondiale di panissa. Dopo 7 tappe piene di folla, nelle quali si è fatto veramente fatica a selezionare tra i 20 Comuni partecipanti, il trofeo torna a Santhià: al gruppo dei Rubinet, con il capo-cuciniere Leo D'Addante (foto), che tra l'altro è titolare della 'Osteria come una volta' di Prarolo.

E' la seconda volta che vincono i Rubinet, confermando che Santhià in un certo senso è tra i luoghi-leader della migliore tradizione vercellese. Ma... ma sarebbe ingiusto non avvertire subito che le differenze tra i concorrenti ancora una volta sono state minime. In qualche caso infinitesimali.

E non è retorica dire che il Campionato, che ha visto la partecipazione di migliaia di persone nelle 8 tappe totali, è stato vinto in realtà dalla tradizione e dall'identità della risaia vercellese, rappresentata in modo favoloso da decine di gruppi e 'cucinieri' che rappresentano le radici di questa terra.

Solo per la  cronaca ecco il dettaglio della classifica finale, costituito dalla somma dei punti assegnati sia dalla Giuria tecnica che da quella popolare:
RUBINET: 290,22 punti. AMIS D'LA TRIPA (TRONZANO): 289,48. CONFIENZA: 250,10. LIVORNO FERRARIS: 246,84. SAN GERMANO: 224,56. VILLATA: 212,48.

9 lug 2015 - A tempo di record la prima consulenza al Comune

Presentata oggi alla stampa, da parte del sindaco di Vercelli, Maura Forte, la prima relazione della Rete in tema di recupero, promozione e valorizzazione dei beni culturali vercellesi. La Rete, come si sa, è un insieme di associazioni e singoli volontari che tra i fondatori registra la presenza attiva delle Città del riso: l'obiettivo è quello di migliorare la capacità attrattiva della città come elemento essenziale di promozione dell'intero territorio. Il 10 giugno scorso proprio il Comune e la Rete (v. notizia precedente) hanno siglato un accordo di collaborazione.

"Come si vede nel sito www.panissa.it -spiega il direttore delle Città del riso, Marco Reis- per noi la promozione del territorio di risaia è legata in modo indissolubile a quella della sua città. Che peraltro è universalmente conosciuta come 'Capitale europea del riso'. Orbene, proprio la città ha immense risorse culturali praticamente inutilizzate, quando non distrutte o lasciate all'abbandono, o comunque malgestite. Questa carenza si riflette in modo molto pesante sulla capacità attrattiva complessiva del territorio, e noi lo abbiamo ben visto, lavorando sul campo. I nostri risultati sono assolutamente eccellenti, ma sappiamo che se anche la città fosse più ricettiva... il tutto si riverberebbe sull'intero territorio".

Da qui, dunque, numerose iniziative della Rete. E quest'ultima: il sindaco Forte ha chiesto un primo dossier di reperti vercellesi (in alcuni casi straordinari tesori di cultura) che devono essere riportati e valorizzati in città, dato che sono gestiti da musei torinesi ovvero depositati inutiulmente nei magazzini della Soprintendenza.

Archeologi, storici ed esperti della Rete si sono messi al lavoro e a tempo di record hanno presentato al Sindaco di Vercelli un Dossier con un primo gruppo di 10 schede di beni culturali di eccezionale importanza: dalla Tazza di Ennione al Tesoro di Desana, dal Cofano del Cardinale Bicheri agli splendidi vetri di P?alazzolo...

Oggi quindi la conferenza stampa: un primo messaggio circa la volontà di Vercelli di tornare ad affermare la sua storia e identità. E di usarle in modo proficuo ai fini turistici.

IL DOSSIER COMPLETO E' VISIBILE QUI.

10 giu 2015 - Convenzione firmata: ok alla collaborazione con Vercelli

'Promozione del territorio' significa, per le Città del riso, un'opera a 360 gradi. E in questo campo un settore essenziale è la promozione, difesa e valorizzazione dei beni culturali come importante fattore di attrazione turistica nelle terre di risaia. Per questo l'associazione ha promosso la costituzione de 'La Rete - Consulta per la promozione del territorio vercellese' (si veda la notizia datata 10 settembre 2013).

Ora la Rete è cresciuta, fino a coordinare il lavoro di 8 Associazioni culturali e alcune decine di volontari. E per procedere nelle sue azioni (alcune anche molto difficili) ha proposto sin dalla sua fondazione una 'Convenzione' o protocollo d'intesa con il Comune di Vercelli. Con uno scopo molto semplice: gli esperti cittadini si mettono a disposizione come consulenti dell'Amminuistrazione, mentre a sua volta il Comune abbatte certe antiche barriere comportamentali e si impegna a permettere loro attente verifiche anche dei cantieri comunali sui principali monumenti. Cantieri che -va detto- troppo spesso in passato hanno suscitato molti dubbi.

La proposta era contenuta nel 'Progetto Grande Vercelli', sottoposto ai candidati-sindaco prima delle elezioni di maggio 2014. Ed ora il Sindaco di Vercelli, prof. Maura Forte, ha accettato di dare concretezza a quell'impegno.

Da qui la firma in Comune della Convenzione, che è visibile qui.

7 mag 2015 - Splendidi risultati al Festival nazionale del Risotto

Splendida partecipazione... della panissa e dei risotti vercellesi allo straordinario Festival Nazionale del risotto italiano che quest'anno ha una durata specialissima per coordinarsi con Expo 2015: iniziato il 27 aprile, finirà fra circa un mese, il 2 giugno. Nei padiglioni di Biella Fiere fin dall'inizio è stato subito pienone, a testimonianza della intelligenza della scelta che, per alcuni aspetti, si allinea con la formidabile 'Fiera del riso' di Isola della Scala, che seguirà tra settembre e ottobre e il cui nome resta per tradizione intestato al riso in quanto alimento-base, ma che in realtà è diventata una incredibile vetrina dei risotti locali e nazionali.

Dunque, grandissimo successo in corso a Biella. E grandissimo incontro di risotti sia Vercellesi che Biellesi. Sotto lo sguardo indagatorer, s'intende, di Edoardo Raspelli.

Ovviamente, comne sempre, un grande piatto come la Panissa Vercellese continua a spopolare. Ma altrettanto ovviamente i grandi risotti della contemporaneità non sono affatto meno apprezzati.

Da Roasio a Livorno Ferraris, da Carisio a Trino Vercellese... sono molti i Comuni vercellesi che partecipano al Festival sotto le 'bandiere' delle Città del riso. "In realtà -spiega il presidente delle Città del riso, Gian Mario Ferraris- l'unica vera bandiera presente è quella della risaia e del risotto. Tra noi e gli amici e organizzatori biellesi c'è un feeling assoluto: non serve aggiungere altro. E i risultati premiano tutti, in modo straordinario".

10 apr 2015 - Sopralluogi in città per proteggere i monumenti

Le Città del riso hanno partecipato alla fondazione della 'Rete', l'insieme di 8 associazioni culturali di Vercelli che interviene per proteggere i monuimenti e l'immenso patrimonio culturale della città (visibile qui: www.grandevercelli.it). Perchè? "Semplice, purtroppo -spiega il direttore delle Città del riso, Marco Reis- perchè in generale lo stato di degrado dei monumenti, e l'abbandono di aree archeologiche eccezionali è non solo un danno incalcolabile dal punto di vista culturale, ma un freno tragico alla promozione del turismo nel capoluiogo delle terre di risaia".

Ecco allora, tra le molte iniziative, alcuno sopralluoghi di controllo nei principali cantieri comunali, come quello alla Torre Civica di Vercelli (nella foto), fatto da esperti e volontari della 'Rete'. Con un bilancio preoccupante: "Troviamo problemi, progetti malfatti, interventi sbagliati. Le politiche comunali devono cambbiare radicalmente...", aggiunge Reis.

30 mar 2015 - Campionato di panissa: quest'anno 20 squadre

A furor di popolo si è dovuto ampliare il numero di partecipanti, e quindi anche le date del 'Campionato mondiale di panissa'. Non più 'solo' 15 comuni partecipanti, ma ben 20. Il Campionato 2015 è stato presentato in un incontro ufficiale con le Pro Loco, che ha definito nuovi dettagli organizzativi.
Tra le sorprese anche una PAGINA FACEBOOK che aggiornerà costantemente -anche con bellissime immagini- lo svolgersi dei diversi appuntamenti. La potete trovare qui: Campionato Mondiale della Panissa

5 mar 2015 - Turismo in risaia? Risultati magnifici nel 2014

"Fare turismo? E' facile, se...": un moto d'orgoglio è legittimo, per le Città del riso. Il rendiconto dell'attività annuale, pur nella modestia di fondi disponibili, parla solo di successi anche oltre ogni aspettativa. E parlano i numeri e i fatti.
Come di consueto, infatti l'Associazione ha presentato il suo rendiconto, e lo ha fatto a suon di numeri: poco meno di 5.000 turisti di giornata o di week end (con spese medie in loco da 40 euro e più al giorno) solo con i viaggi organizzati e con i 'cofanetti'.

A questo si devono aggiungere i risultati conseguiti con gli eventi, con il Master del risotto a Eataly, con gli appuntamento del 'Campionato di panissa', e così via.

Come al solito tutto è puntualmente descritto sin Internet. Ecco il video di Youtube che sintetizza i principali risultati: CITTA' DEL RISO 2014/15 - 'FARE TURISMO'? FACILE, SE...

10 feb 2015 - Una piattaforma di territorio: il sito www.panissa.it

Il nome è quello del più tipico risotto del Vercellese. Un nome facile, che molti conoscono e chiunque può memorizzare: www.panissa.it. "E' in cantiere al 60%, ma entro marzo -spiega il direttore delle Città del riso, Marco Reis- sarà al 100%. Entro marzo: cioè con almeno 2 mesi di anticipo prima dell'apertura di Expo 2015. Perchè sarà questo il nostro primo canale di contatto, non solo per il pubblico in generale, ma per presentare ai Tour operator la grande terra di risaia".

Il sito riguarda il Vercellese, sempre perchè qui è nata l'associazione e qui conta il maggior numero di Comuni istcritti, "ma è un'esperienza replicabile che intendiamo offrire alle altre realtà della risaia italiana", aggiunge Reis.

Il sito è un vero e proprio vassoio non solo di tutta la offerta turistica (ristoranti, luoghi di sosta, spacci e negozi del 'tipico'), ma anche un vassoio di offerta di visita, con una sezione dedicata interamente alle opportunità di visita.

Il sito è navigabile interamente da una mappa principale: vi appaiono i singoli Comuni, ma la mappa è sfogliabile per argomento: COSA VISITARE, DOVE MANGIARE, DOVE COMPRARE e DOVE SOSTARE. Entro aprile ci sarà anche la mappatura di tutti gli alberghi, b&B, agriturismi (DOVE DORMIRE).

Alcune sezioni tematiche (IMMAGINI, VIDEO, METEO, ecc.) completano un quadro informativo completo, mai realizzato prima.

Ovviamente il sito presenta sia operatori pubblici che privati. Gli operatori interessati ad essere censiti (gratuitamente !) possono scrivere a cittadelriso@libero.it .

2 feb 2015 - Entrare in 'Verybello' ? Un invito a Comuni e associazioni

Come è possibile entrare nel grande calendario nazionale di eventi che accompagnano l'Expo ? Il Ministero dei Beni culturali ha iniziato a preparare proprio un sito nazionale dedicato: www.verybello.it, che raggruppa tutti i principali eventi in Italia da maggio a ottobre, presentandoli ai milioni di visitatori italiani ed esteri. "Come al solito anche questa è stata una iniziativa criticata -spiega il direttore delle Città del riso, Marco Reis- ma siamo alle solite: qualche difetto, qualche problema di aggiustamento non possono far dimenticare che una directory italiana di appuntamenti è esattamente quello che mancava a una seria strategia turistica. C'è solo da augurarsi che, semmai, il sito continui anche dopo l'Expo".

Le Città del riso, collaborando con Res Tipica, hanno subito visto riconoscere dal Ministero il primo dei grandi eventi di tradizione in risaia che si terrà a maggio, mese di avvio dell'Expo. Si tratta della antica Corsa dei buoi di Asigliano Vercellese.

Ma la risaia è terra antica e colta, ed è per questo che l'associazione segnala questa opportunità a tutti i Comuni e le associazioni del territorio.

COME PROPORRE L'INSERIMENTO DI UN EVENTO

Chi desidera proporre un inserimento di proprie iniziative nel grande calendario di Verybello, scriva una mail a cittadelriso@libero.it.

La mail deve contenere: (A) una SINTETICA descrizione dell'evento, (B) le date esatte di effettuazione, (C) un eventuale sito ad esso dedicato. Dopo un primo vaglio redazionale (naturalmente si deve trattare di eventi significativi !) invieremo ai proponenti il modulo e i dati per la segnalazione.

20 gen 2015 - Verso l'Expo con gli eventi della risaia

Per le 'Città del riso' l'Expo 2015 è innanzitutto una occasione di messa a punto. "L'Expo non è il fine della nostra iniziativa. E' piuttosto -spiega il presidente dell'Associazione, Gian Mario Ferraris- un appuntamento per perfezionare le nostre esperienze, raggiungere nuovi risultati, mettere a punto i nostri progetti. Non attribuiamo un carattere 'salvifico' a un singolo evento: negli ultimi anni abbiamo marciato sempre in crescita, l'Expo ci servirà per fare un altro passo avanti. Non a caso molti nostri progetti guardano già oltre".

In ogni caso proprio le Città del riso hanno operato per inserire massimamente gli eventi di risaia nei calendari di Expo: sia quelli preparatori, che quelli che accompagneranno i mesi dell'evento. Un esempio: nel contesto della promozione preparatoria di ANCI PER EXPO, che ha dato e dà visibilità nazionale ad alcuni eventi, grazie alla collaborazione in 'Res Tipica' (www.restipica.net), mel calendario di ANCI PER EXPO sono stati inseriti eventi come la Fiera in Campo di Vercelli, il Carnevale storico di Santhià, ecc.

10 gen 2015 - Un 2014 speciale, turismo in risaia a quota +15%

Le 'Città del riso' entrano nel 2015 con un bilancio 2014 semplicemente straordinario. Una occhiata alle NEWS dello scorso anno (basta cliccare sul 2014, qui in alto) mostra un ventaglio di alcune decine di iniziative. Ma probabilmente il dato più significativo è un incremento di circa il 15% sul turismo indotto in terra di risaia.

L'esperienza resta concentrata nel Vercellese, dove l'Associazione è nata, ma si stanno intensificando i rapporti con le altre realtà della risaia italiana. E il messaggio per l'Expo (e per i politici) è: quando parlate di alimentazione del pianeta, ricordate che il risotto è il primo originale piatto del Made in Italy. Il mondo si sfama nella misura del 55% grazie al riso, ma solo la produzione italiana è quella che permette di fare il risotto: NOI abbiamo trasformato il più umile dei cereali in un piatto di altissima qualità.

E, attorno alle risaie, un mondo modellato e creato per favorire la più alta produttività agricola. Un mondo tutto da scoprire: il Paesaggio dell'Uomo.